search quotes-left quotes-right clock circle-down envelop

ORARIO

APERTURA

lunedì - venerdì: 08.30 - 19.15

sabato 8.30 - 12.30

Menu mobile

L’alito cattivo

alitosi

L’alito è sostanzialmente l’aria che espiriamo: cosa c’è che le dà un cattivo odore?

Ci sono poche cause fondamentali.

La più immediata sembra essere la “bocca cattiva”: la disidratazione è il primo motivo per cui può comparire questa sgradevole sensazione (che ha a che fare però con una condizione generale dell’organismo), l’altro è una alterazione dei microbi che vi risiedono. Infezioni tra denti e gengive, o della mucosa della bocca, possono creare un ambiente favorevole a quei microrganismi che, fermentando rimasugli di cibo o dei tessuti della bocca, generano odori sgradevoli. La bocca però, per il fiato, è poco più che un luogo si passaggio: solo situazioni davvero compromesse modificano l’alito.

Un altro motivo può essere legato a sostanze volatili e sgradevoli che si generano nel metabolismo e vengono espirate attraverso il respiro: accade con alcuni farmaci o certi cibi.

Alcune malattie portano tipicamente ad un alito cattivo: la chetoacidosi, frequente nel diabete, malattie epatiche o renali, alcune infestazioni di parassiti intestinali o alcune infezioni polmonari e delle vie aeree. Si tratta di situazioni non molto comuni.

La causa più frequente è altrove, cioè a livello dell’intestino.

L’alito, come aria espirata dai polmoni, porta con sé tutti i prodotti volatili che sono disciolti nel sangue e che quindi vengono ceduti all’espirato, come l’anidride carbonica, a livello dei polmoni.

I gas che si formano nell’intestino durante la digestione passano attraverso la mucosa intestinale, entrano nel sangue e vengono escreti dai polmoni.

Quindi un alito cattivo corrisponde il più delle volte ad una cattiva digestione. Per risolvere il problema è più efficace avere una buona digestione, un buon transito senza stitichezza ed in generale una buona dieta, che non agire localmente con spray aromatici.

Gli amari sono un buon sistema per avviare una digestione lenta, e terminare il pasto con qualcosa di amaro una buona abitudine; un giorno di digiuno, bevendo molti liquidi, è un modo ragionevole per modificare rapidamente uno stato microbico un po’ alterato (disbiosi). Una dieta sana, sobria, prevalentemente vegetariana, fa sempre bene.

Le pastiglie per l’alito di solito contengono menta e talvolta altri estratti con olii essenziali. La menta è una pianta certamente utile per migliorare il processo digestivo, e lo stesso vale per il cardamomo, il finocchio ed altre piante aromatiche. La loro azione, quindi, non è solo quella di “aromatizzare” l’alito, ma anche di contribuire ad attenuare le cause di quello cattivo.

Infine il fumo, che, come l’eccesso di alcool, è una causa evidente di alito cattivo sia direttamente sia attraverso i processi di ossidazione che contribuisce a causare: un altro buon motivo per smettere di fumare e limitare l’uso di alcolici.

 

Per saperne di più: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16367853

Vuoi essere sempre aggiornato sugli articoli che pubblichiamo? Iscriviti alla newsletter
La celiachia

La celiachia

Cos'è? Si tratta di una malattia sempre più diffusa causata da una risposta immunitaria (intolleranza) al glutine,cioèalla proteina del grano, che provoca una degradazione della parete dell’intestino tenue e quindi un diminuito assorbimen...

Denti del giudizio: perché siamo costretti a toglierli?

Denti del giudizio: perché siamo costretti a toglierli?

La maggior parte dei vertebrati raramente soffre di denti storti o carie e altrettanto valeva per i nostri antenati.

Nell’uomo moderno invece i denti sembrano essere particolarmente fragili e necessitano di cure continue.

Lassativi naturali: cosa è rimasto?

Lassativi naturali: cosa è rimasto?

Una nuova normativa europea ha messo "fuorilegge" una serie di prodotti di uso tradizionale perchè a base di derivati di idrossiantracene, considerato ora cancerogeno.

Helicobacter: buono o cattivo?

Helicobacter: buono o cattivo?

Helicobacter Pylori è un batterio famoso da quando due scienziati australiani, che hanno per questo vinto il premio Nobel, hanno scoperto che era la causa dell’ulcera gastrica.

Il nostro team

Ci trovate in P.za S. Gottardo 13 38016 Mezzocorona, Trento (TN)

La nostra sede secondaria si trova in
via Rauti, 12 Roveré della Luna (TN)
Orari: lunedì-venerdì 8.30-12.00 e 16.00-18.30, sabato 8.30-12.00

    Oppure inviaci un messaggio
    Accetta   la nostra privacy

    Iscriviti alla newsletter

    Resta sempre aggiornato con i nostri articoli

    Accetto la privacy policy


    Questo sito utilizza i cookie per migliorare l' esperienza dei visitatori. Se decidi di continuare consideriamo accettato il loro uso.  Leggi la privacy



    ORARIO APERTURA

    lunedì - venerdì: 08.30 - 19.15

    sabato 8.30 - 12.30