search quotes-left quotes-right clock circle-down envelop

ORARIO

APERTURA

lunedì - venerdì: 08.30 - 19.15

sabato 8.30 - 12.30

Menu mobile

SIBO: quando i batteri sono troppi (e fuori posto)

sibo

Si parla molto delle problematiche legate ad un alterato equilibrio dei microbi intestinali, la cosiddetta disbiosi. Quasi tutti sanno che un buon equilibrio dell’ecosistema intestinale è fondamentale per il mantenimento di un buono stato di salute, per un efficace sistema immunitario e per un benessere generale, anche psichico.

Tutti pensiamo che i microbi intestinali stiano di casa nel colon, la parte finale dell’intestino, ed in effetti dovrebbe essere così. Sempre più spesso però ci sono problemi legati ad un’invasione dei microbi, il più delle volte provenienti dal colon, in zone dell’intestino che non dovrebbero essere particolarmente popolate. Nell’intestino tenue, ad esempio, la carica microbica dovrebbe essere ridotta e i microbi residenti di poche specie. Esiste un nome per questa alterazione: SIBO, un acronimo che potremmo tradurre grossomodo come “super – presenza batterica nel piccolo intestino”.

Questa situazione impropria provoca una digestione altrettanto anomala, con fermentazioni, gonfiore, flatulenza, dolori, diarrea, malassorbimento, molti sintomi che sembrano quelli dell’intestino irritabile. Ci si può incaponire a cercare spiegazioni in quello che si mangia, nel cattivo umore o riempirsi di probiotici, ma spesso è inutile. Comunque impattano sulla qualità della vita, e nel lungo periodo sono fattori di rischio per problemi legati al malassorbimento, quindi carenze vitaminiche, minerali ecc..

La causa più frequente della SIBO, a parte le operazioni chirurgiche che possono aver alterato la meccanica dell’intestino, è nei farmaci che si usano.

I principali imputati sono gli inibitori di pompa acida, i cosiddetti protettori dello stomaco: alterando fortemente ed a lungo l’acidità della prima fase della digestione, usati per più di uno o due anni portano frequentemente a proliferazioni batteriche incontrollate. Ma anche gli antidepressivi, ansiolitici, neurolettici ed antigottosi: tutti farmaci che, soprattutto negli anziani, vengono usati a lungo. Infatti sono gli anziani le vittime più frequenti di questo problema. Oggi però la diffusione un po’ “alla leggera” dei protettori dello stomaco è tale, in tutta la popolazione adulta, che il problema diventa sempre più frequente anche in persone più giovani.

Una malattia sfuggente, molte volte, ma come altre “disbiosi” non è da sottovalutare: non è un caso che sia frequentemente presente anche associata a tante altre malattie, non solo a quelle intestinali.

Se si sospetta la SIBO, quindi, un’analisi assieme al medico dei farmaci che si consumano abitualmente, è il primo passo. Il medico può anche richiedere degli esami per avere la certezza della diagnosi e valutare un’eventuale terapia antibiotica.

Al solito essere pazienti informati può essere importante per offrire al medico una possibile lettura in più dei nostri malesseri.

 

Per saperne di più: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25657082

Vuoi essere sempre aggiornato sugli articoli che pubblichiamo? Iscriviti alla newsletter
L'abitudine della tisana

L'abitudine della tisana

La tisana può essere una piacevole abitudine quotidiana perché:

alla sera un po’ di liquidi caldi rilassano
bere molto migliora in ogni caso il ricambio diminuendo l’accumulo di tossine e facilitando il lavoro dei reni
con le tisa...

Una medicina della salute: lo sguardo diverso della medicina funzionale

Una medicina della salute: lo sguardo diverso della medicina funzionale

Le condizioni di vita contemporanee ostacolano in molti aspetti quello che è intuitivamente ritenuto uno stile di vita sano: alimentazione equilibrata, sufficiente movimento, serenità d’animo, capacità di concentrazione, forza d’iniziativ...

In inverno l'occhio si secca

In inverno l'occhio si secca

Con il freddo invernale nell'aria rimane pochissima umidità, per cui è più facile che si riscontri il problema dell'occhio secco.

Termometri e febbre

Termometri e febbre

Dal 2009 non è più possibile la vendita dei termometri a mercurio per evitare i problemi ambientali causati da questa sostanza.
Ci sono però diverse alternative:

termometri digitali: sono i più economici, no...

Il nostro team

Ci trovate in P.za S. Gottardo 13 38016 Mezzocorona, Trento (TN)

La nostra sede secondaria si trova in
via Rauti, 12 Roveré della Luna (TN)
Orari: lunedì-venerdì 8.30-12.00 e 16.00-18.30, sabato 8.30-12.00

Oppure inviaci un messaggio
Accetta   la nostra privacy

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato con i nostri articoli

Accetto la privacy policy


Questo sito utilizza i cookie per migliorare l' esperienza dei visitatori. Se decidi di continuare consideriamo accettato il loro uso.  Leggi la privacy



ORARIO APERTURA

lunedì - venerdì: 08.30 - 19.15

sabato 8.30 - 12.30