search quotes-left quotes-right clock circle-down envelop

ORARIO

APERTURA

lunedì - venerdì: 08:00 - 19:15

sabato 8:00 - 12:30

Menu mobile

Stanchezza da covid: che fare?

stanchezza

Una delle conseguenze che si stanno manifestando più frequentemente in seguito alla guarigione dall’infezione da Covid, nelle forme gravi, ma anche in quelle abbastanza lievi, è un grande e prolungato senso di spossatezza. Un affaticamento che non migliora con il riposo ma che rende difficile ogni attività: dall’alzarsi, al mangiare, all’uscire di casa, all’impegnarsi fisicamente o intellettualmente.

Tutto questo accade anche se non si riscontrano danni visibili all’apparato respiratorio, che notoriamente è la prima vittima dell’infezione, nel qual caso sembrerebbe essere evidente la causa del problema. La debolezza impone una lotta spesso fondata solo sulla volontà di recuperare il benessere costellata da momenti di depressione dell’umore oltre che delle forze, un senso di notevole pesantezza, la preoccupazione di non essere in grado di tornare come prima, in un contesto sociale che chiede – alla fine della malattia – la ripresa di ogni attività lavorativa come se nulla fosse successo. La realtà è che molto spesso i malati di Covid sono segnati profondamente da questa esperienza.

Essendo una malattia molto “giovane” non esiste un’esperienza adeguata sul modo di affrontare queste conseguenze. Possono però venirci in aiuto le esperienze fatte in altre condizioni di spossatezza e astenia conseguenti a malattie differenti.

Le risposte più efficaci a questa condizione complessa sembrano essere, oltre naturalmente al tempo della convalescenza, un’alimentazione adeguata, l’attività all’aria aperta e un contesto capace di accogliere questo disagio. A tutto questo si aggiungono una serie di rimedi naturali di antica conoscenza ed esperienza.

Si può quindi solo fornire un piccolo elenco in cui scegliere in base alle caratteristiche che sembrano più vicine al bisogno del momento. Ciascuno di questi rimedi ha una notevole varietà di effetti, oltre a quelli evidenziati in seguito.

  • Astragalo: tonico adattogeno ed immunostimolante, riequilibrante, usato da millenni nella medicina cinese come “sostegno dell’energia vitale”. Caratteristica interessante il suo uso consolidato nelle malattie del sistema respiratorio come esattamente il nostro caso. Agisce inoltre sul sistema cardiocircolatorio e ha azione antinfiammatoria (altro focus del Covid) oltre ad essere un tonico digestivo.
  • Ginseng: tonico adattogeno, potente stimolante dal punto di vista nervoso. Ottimo per chi ha bisogno di un aiuto per ripartire al mattino;
  • Eleuterococco: tonico adattogeno, meno stimolante (ed eccitante) del ginseng, quindi adatto anche alle persone sensibili agli eccitanti;
  • Withania: ginseng indiano, tonico adattogeno e antinfiammatorio. Tipicamente usato come antistress. Ad alti dosaggi può avere un’azione depressiva del sistema nervoso centrale.
  • Polline: tonico e nutrimento proteico. Esistono delle evidenze di ottima risposta nei casi di stanchezza cronica a seguito di terapie per il cancro. Naturalmente non indicato negli allergici.
  • Pappa reale: ha le stesse caratteristiche del polline senza la componente nutrizionale proteica.
  • Amari: quasi tutti questi rimedi hanno sapore amaro. In generale tutti gli amari, specie se usati a lungo, stimolano il tono della muscolatura liscia ed attraverso questo l’attività dei visceri ed il tono generale dell’organismo. Un’alimentazione che contenga quindi sapori amari e un po’ di amaro a fine pasto, sono quindi abitudini tonificanti da perseguire. Attenzione però alla maggior parte degli amari in commercio: spesso contengono molto zucchero, che dell’amaro è esattamente l’antidoto.

 

Stanchezza da Covid: muoversi o riposare?

Per saperne di più leggi qui

Vuoi essere sempre aggiornato sugli articoli che pubblichiamo? Iscriviti alla newsletter
Cibo ultratrasformato: troppo è pericoloso

Cibo ultratrasformato: troppo è pericoloso

La discussione sul differente impatto sulla salute tra cibi industriali e freschi è in corso da anni, ma sono pochi gli studi accurati che possono essere un riferimento.

Mindfulness: fa solo bene?

Mindfulness: fa solo bene?

La mindfulness è una tecnica di derivazione orientale che, semplificando molto, consiste nel focalizzare l’attenzione su piccole attività, in modo da permettere un acuirsi della consapevolezza e un distacco dal flusso stressante delle sol...

Raffreddore, che facciamo?

Raffreddore, che facciamo?

Ci sono cose che andrebbero usate sempre (i balsamici, i lavaggi con la fisiologica), risposte naturali (Kaloba, i suffumigi) e cose che vanno usate per pochi giorni (i vasocostrittori come Rinazina e Vicks spray, o Tachifludec e simili)
...

Ancora sugli antibiotici

Ancora sugli antibiotici

Quasi tuti sanno che, per molti motivi, è raccomandabile usare il meno possibile gli antibiotici. In Italia però si usano più antibiotici che in quasi tutto il resto d’Europa. Come mai?

Non è facile leggere le statistiche, ma i numeri ...

Il nostro team

Ci trovate in P.za S. Gottardo 13 38016 Mezzocorona, Trento (TN)

La nostra sede secondaria si trova in
via Rauti, 12 Roveré della Luna (TN)
Orari: lunedì-venerdì 8.30-12.00 e 16.00-18.30, sabato 8.30-12.00

    Oppure inviaci un messaggio
    Accetta   la nostra privacy

    Iscriviti alla newsletter

    Resta sempre aggiornato con i nostri articoli

    Accetto la privacy policy


    Questo sito utilizza i cookie per migliorare l' esperienza dei visitatori. Se decidi di continuare consideriamo accettato il loro uso.  Leggi la privacy



    ORARIO APERTURA

    lunedì - venerdì: 08.00 - 19.15

    sabato 8.00 - 12.30