search quotes-left quotes-right clock circle-down envelop

ORARIO

APERTURA

lunedì - venerdì: 08:00 - 19:15

sabato 8:00 - 12:30

Menu mobile

Mutamenti dell’anziano (ma non solo)

invecchiamento

Invecchiare non è mica una malattia….ma non va di moda. Visto che non possiamo evitarlo, vale la pena comunque di farlo bene.

Quand’è che possiamo considerarci anziani? Sappiamo che l’invecchiamento è un processo lento e molto diverso a seconda delle persone e della loro storia. Diciamo che siamo anziani quando ci accorgiamo di esserlo.

Molti settantenni oggi hanno una vitalità invidiabile, ma dopo gli ottanta non fare qualche riflessione potrebbe essere pericoloso. Il problema non è infatti invecchiare, ma agire come se non ci fossero cambiamenti.

A vent’anni, come da ragazzini, il nostro modo di muoverci è basato sulla forza e sulla flessibilità.

Verso i trentacinque – quaranta, se non ci rendiamo conto che stiamo cambiando fisicamente, di solito lo scopriamo grazie ad un qualche bell’incidente, soprattutto se si è sportivi. Qualcosa che abbiamo sempre risolto con forza e flessibilità ad un certo punto non ci riesce più.

La forza non manca, la flessibilità è un po’ meno, se si impara a dosare gli sforzi, grazie all’esperienza, abituandosi a gestire ritmicamente sforzo massimale e riposo, si ottengono ancora prestazioni fisicamente notevoli: non a caso i grandi scalatori dell’Himalaya danno il massimo a quest’età.

Tra i cinquanta e i sessanta inizia a calare anche la forza: non basta più il darsi un ritmo, solo l’esperienza ci può dire come sfruttare quel po’ di fisico che abbiamo senza farci del male.

La parte “immateriale” di noi, legata a pensiero ed emozioni inizia a prevalere decisamente sul fisico: è anche questo un processo naturale che è meglio riconoscere e sviluppare in tutte le sue potenzialità. Eppure dobbiamo continuare a tenerci in esercizio per conservare al meglio la nostra “casa” fisica, il nostro corpo, che ci permette di agire ed essere in relazione col mondo e con gli altri. La forza, il senso del movimento, il respiro, il senso dell’equilibrio, tutto ciò non è detto che debba degradarsi inesorabilmente che tanto diventando anziani. Anche in tarda età un adeguato esercizio ci può far recuperare attività e capacità che davamo per perse.

Pensiamo infine ad esercitare anche gli altri sensi, quelli che ci aiutano a mantenere il piacere della vita: il gusto e l’olfatto abituandoci a cibi non troppo salati ma insaporiti con molte spezie, il tatto mantenendo il contatto fisico con gli altri, l’udito e la vista con l’ascolto attento e l’interesse a chi ci circonda, senza cedere al compatimento per non esser noi oggetto di interesse…..

A ciascuno il suo momento.

Vuoi essere sempre aggiornato sugli articoli che pubblichiamo? Iscriviti alla newsletter
Lo Yoga

Lo Yoga

La yoga è l’unica disciplina che contempla l’uomo nel suo insieme, rinforza e scioglie la muscolatura con le posizioni (asana), libera il respiro (pranayama) e attraverso i due calma la mente donandoci profonda consapevolezza e serenità.

Antidepressivi e dipendenza: la gabbia da cui è difficile uscire

Antidepressivi e dipendenza: la gabbia da cui è difficile uscire

Zoloft, Prozac, Elopram, Cipralex e tanti altri: gli antidepressivi di nuova generazione, tecnicamente chiamati SSRI e SNRI (inibitori selettivi del reuptake della serotonina), sono tra i farmaci più utilizzati nelle società occidentali.

SI-curo: i farmaci a portata di mano

SI-curo: i farmaci a portata di mano

Chi ha terapie complesse sa quanta attenzione ci vuole a non dimenticare nulla: per sé e per i propri cari oggi c'è un modo semplice per non dimenticare mai nulla.

Stanchezza da Covid: muoversi o riposare?

Stanchezza da Covid: muoversi o riposare?

La stanchezza profonda e persistente è uno dei fattori più pesanti della sindrome detta Long Covid, cioè l’insieme di quei sintomi che rimangono in una percentuale abbastanza elevata di persone (tra il 10 e il 30% secondo gli studi) nonos...

Il nostro team

Ci trovate in P.za S. Gottardo 13 38016 Mezzocorona, Trento (TN)

La nostra sede secondaria si trova in
via Rauti, 12 Roveré della Luna (TN)
Orari: lunedì-venerdì 8.30-12.00 e 16.00-18.30, sabato 8.30-12.00

    Oppure inviaci un messaggio
    Accetta   la nostra privacy

    Iscriviti alla newsletter

    Resta sempre aggiornato con i nostri articoli

    Accetto la privacy policy


    Questo sito utilizza i cookie per migliorare l' esperienza dei visitatori. Se decidi di continuare consideriamo accettato il loro uso.  Leggi la privacy



    ORARIO APERTURA

    lunedì - venerdì: 08.00 - 19.15

    sabato 8.00 - 12.30