search quotes-left quotes-right clock circle-down envelop

ORARIO

APERTURA

lunedì - venerdì: 08.30 - 19.15

sabato 8.30 - 12.30

Menu mobile

Misurare l’asma

misuratore picco di flusso

L’asma è una malattia infiammatoria cronica a carico dei bronchi. L’infiammazione causa gonfiore, ma poiché i bronchi sono semirigidi e circondati dai polmoni, quando s’infiammano, si gonfiano verso l’interno diminuendo il diametro: quindi l’aria fa più fatica a passare. Le persone asmatiche hanno caratteristiche genetiche e una situazione immunitaria che può provocare questo genere di infiammazione.  

L’asma è una malattia insidiosa e pericolosa, che talvolta si trascura o non si cura adeguatamente perché i sintomi superficiali sono altalenanti, comuni ad altre malattie (la tosse persistente, per esempio), e perché, se insorge lentamente, la persona tende a considerare normale una lieve difficoltà di respiro: sarà una situazione occasionale, come un’allergia, l’inalazione di qualcosa d’irritante o uno stress emotivo a scatenare l’attacco.

Il medico, o lo specialista pneumologo, con appositi test e strumenti come lo spirometro, riescono a fare una fotografia precisa della malattia e prescrivere i farmaci necessari.

L’asma si può controllare bene con gli antinfiammatori inalatori: limitano o diminuiscono progressivamente l’infiammazione fino a farla spesso scomparire, risultato che si vede bene se si misura il flusso di aria con lo spirometro.

Purtroppo gli asmatici sono soggetti comunque a rischio, per cui può sempre succedere che per vari motivi ci siano dei periodi in cui l’infiammazione riprende, anche se solo in parte.

Come si fa a sapere se stiamo rischiando l’attacco?

Un apparecchio semplice e poco costoso, il misuratore del picco di flusso, può essere molto utile per queste persone. È un piccolo tubo dotato di una scala indicatrice: se si soffia fortemente nel boccaglio, la scala indica il massimo flusso di aria espirata, che è inversamente proporzionale al grado di infiammazione dei bronchi. Più c’è infiammazione, meno aria passa.

Se si conosce il valore di quando si sta bene, (che è deducibile approssimativamente anche da tabelle che lo legano all’altezza e l’età), e si osserva che il valore sta diminuendo, è probabile che l’asma si stia facendo sentire. In questo caso, se il medico è d’accordo, si può impostare una terapia antinfiammatoria già da subito e mettere in atto quelle precauzioni che possono diminuire il rischio di un attacco: evitare irritanti (fumo!), allergeni alimentari o pollini (non tuffarsi in un prato fiorito o falciare l’erba, non ingozzarsi di cibi allergizzanti), o di trovarsi in situazioni particolarmente stressanti senza rimedi di emergenza.

Col tempo, e magari con l’aiuto di un diario in cui segnare quotidianamente il valore di flusso, si può iniziare a conoscersi sempre meglio: questo è di grande aiuto a sé stessi, e anche al medico, per gestire nel modo migliore la malattia.

 

Per saperne di più: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/9098701

Vuoi essere sempre aggiornato sugli articoli che pubblichiamo? Iscriviti alla newsletter
Punture di zecca: quali malattie rischio?

Punture di zecca: quali malattie rischio?

La zecca, che è un insetto sempre più diffuso nei nostri boschi, può essere vettore di malattie importanti se rimane abbastanza attaccata da succhiare del sangue: quindi non basta essere punti ma la zecca deve iniziare a pasteggiare, cosa...

Prenotare un tampone rapido

Prenotare un tampone rapido

Per facilitare la prenotazione dei tamponi rapidi, ma anche per altre prestazioni in futuro, abbiamo creato un programma accessibile da qualsiasi computer o telefono.

Lassativi naturali: cosa è rimasto?

Lassativi naturali: cosa è rimasto?

Una nuova normativa europea ha messo "fuorilegge" una serie di prodotti di uso tradizionale perchè a base di derivati di idrossiantracene, considerato ora cancerogeno.

A cosa serve la paura?

A cosa serve la paura?

La paura è utile? Avere paura di ammalarci aumenta la nostra attenzione a stili di vita salutari e la capacità di difenderci dalla malattia? O piuttosto, spossandoci o modificando la percezione della realtà, ci fa ammalare?

Il nostro team

Ci trovate in P.za S. Gottardo 13 38016 Mezzocorona, Trento (TN)

La nostra sede secondaria si trova in
via Rauti, 12 Roveré della Luna (TN)
Orari: lunedì-venerdì 8.30-12.00 e 16.00-18.30, sabato 8.30-12.00

    Oppure inviaci un messaggio
    Accetta   la nostra privacy

    Iscriviti alla newsletter

    Resta sempre aggiornato con i nostri articoli

    Accetto la privacy policy


    Questo sito utilizza i cookie per migliorare l' esperienza dei visitatori. Se decidi di continuare consideriamo accettato il loro uso.  Leggi la privacy



    ORARIO APERTURA

    lunedì - venerdì: 08.30 - 19.15

    sabato 8.30 - 12.30