search quotes-left quotes-right clock circle-down envelop

ORARIO

APERTURA

lunedì - venerdì: 08:00 - 19:15

sabato 8:00 - 12:30

Menu mobile

L’occhio rosso

congiuntivite

Molte volte si cerca nel collirio una risposta ad un fastidio, l’occhio arrossato, che merita un po’ di attenzione perché può rappresentare il segno di problemi differenti. La diagnosi corretta è competenza del medico, ma un minimo di conoscenza è utile per capire se è necessario il suo intervento oppure no.

Le cause più comuni di arrossamento sono:

Congiuntivite virale: è di gran lunga la più frequente e si riconosce da bruciore, sensazione di sabbia nell’occhio, secrezione sierosa (secca al mattino) e occhio rosso. Di solito inizia da un solo occhio ma può passare anche all’altro.

Congiuntivite allergica: molto comune, specie stagionalmente, di solito colpisce ambedue gli occhi con fastidio e secrezione secca. Tipico è il prurito; l’occhio spesso è poco arrossato.

Congiuntivite batterica: è rara ed ha gli stessi sintomi di quella virale ma la secrezione è purulenta ed opaca.

– Arrossamento da sostanze irritanti o corpi estranei: la causa è evidente e spesso si richiede l’intervento medico.

– Arrossamento da saldatura, lampade, sole: si manifesta dopo alcune ore e con dolore superficiale intenso.

Glaucoma: il dolore è intenso e riguarda tutto l’occhio, con sensazione di congestione, annebbiamento visivo, pupilla che non si dilata e talvolta nausea e vomito; il medico va consultato immediatamente.

Occhio secco: bruciore, arrossamento, lacrimazione che peggiorano durante la giornata, accentuati dalla lettura e dai videoterminali, fumo, vento ed aria secca. Più frequente con l’aumentare dell’età.

 

Ogni situazione richiede un approccio specifico: il collirio generico, quello che sbianca l’occhio con i vasocostrittori, è ormai superato (serve poco ed ha molti difetti) e si preferisce sostituirlo con lacrime artificiali o, eventualmente, prodotti contenenti solo decongestionanti vegetali come la camomilla o l’amamelide.

Vuoi essere sempre aggiornato sugli articoli che pubblichiamo? Iscriviti alla newsletter
PEA: un nuovo antidolorifico

PEA: un nuovo antidolorifico

Palmitoiletanolamide è davvero una parolaccia impossibile da pronunciare: chiamiamola confidenzialmente PEA, che è meglio.

È una sostanza naturalmente presente nel nostro corpo

Antidepressivi e dipendenza: la gabbia da cui è difficile uscire

Antidepressivi e dipendenza: la gabbia da cui è difficile uscire

Zoloft, Prozac, Elopram, Cipralex e tanti altri: gli antidepressivi di nuova generazione, tecnicamente chiamati SSRI e SNRI (inibitori selettivi del reuptake della serotonina), sono tra i farmaci più utilizzati nelle società occidentali.

SI-curo: i farmaci a portata di mano

SI-curo: i farmaci a portata di mano

Chi ha terapie complesse sa quanta attenzione ci vuole a non dimenticare nulla: per sé e per i propri cari oggi c'è un modo semplice per non dimenticare mai nulla.

Farmaci che non fanno dormire

Farmaci che non fanno dormire

L’insonnia è un problema ricco di sfaccettature: stile di vita, età, abitudini, farmaci, umore, ansia sono solo alcuni dei fattori che possono incidere sulla qualità e quantità del sonno.

Tra questi, i farmaci hanno un ruolo particolar...

Il nostro team

Ci trovate in P.za S. Gottardo 13 38016 Mezzocorona, Trento (TN)

La nostra sede secondaria si trova in
via Rauti, 12 Roveré della Luna (TN)
Orari: lunedì-venerdì 8.30-12.00 e 16.00-18.30, sabato 8.30-12.00

    Oppure inviaci un messaggio
    Accetta   la nostra privacy

    Iscriviti alla newsletter

    Resta sempre aggiornato con i nostri articoli

    Accetto la privacy policy


    Questo sito utilizza i cookie per migliorare l' esperienza dei visitatori. Se decidi di continuare consideriamo accettato il loro uso.  Leggi la privacy



    ORARIO APERTURA

    lunedì - venerdì: 08.00 - 19.15

    sabato 8.00 - 12.30