search quotes-left quotes-right clock circle-down envelop

ORARIO

APERTURA

lunedì - venerdì: 08:00 - 19:15

sabato 8:00 - 12:30

Menu mobile

Fatti, informazione e salute

Cosa c’entrano fatti, informazione e salute?

La questione è la seguente: la nostra salute risente moltissimo dell’ambiente in cui viviamo e di come lo percepiamo. Per stare bene non basta mangiare correttamente, fare movimento, non fumare e mettere in atto tutte le strategie di prevenzione che ogni giorno ci vengono ripetute. Ci vuole anche un ambiente sano, che è fatto non solo di aria buona e bel paesaggio, ma anche da un contesto relazionale e sociale adeguati.

Se i nostri rapporti interpersonali ci fanno stare male, se litighiamo con moglie, marito o fidanzati, se i figli ci portano solo preoccupazioni, se non abbiamo una prospettiva di futuro, stiamo male e ci ammaliamo più facilmente. Se non troviamo lavoro, se non abbiamo le condizioni minime per vivere, rischiamo moltissimo per la nostra salute. Tutto questo è ovvio e lo sperimentiamo quotidianamente, ma anche studi epidemiologici lo dimostrano con forte evidenza. La salute quindi non è solo una questione d’impegno personale, ma anche di società e quindi di scelte politiche (il governo della polis).

Più sottile e nascosto è il tema dell’informazione. La nostra visione del mondo, da cui conseguono le nostre scelte, si forma e si consolida in gran parte su due pilastri: le nostre esperienze dirette e ciò che leggiamo o sentiamo attraverso i media (social o tradizionali).

Spesso le nostre esperienze dirette sono abbastanza positive: abbiamo dei buoni vicini, dei discreti compagni di lavoro, una rete sociale di relazioni con cui ci confrontiamo positivamente e che in una situazione difficile ci viene in aiuto; altrettanto spesso il mondo descritto dai media è negativo, conflittuale, problematico, brutto, ansiogeno.

È veramente così il mondo?

La maggior parte dei dati statistici ci dice il contrario: diminuiscono i conflitti (anche se ce ne sono ancora moltissimi), una buona fetta dell’umanità sta uscendo dalla povertà (anche se sono ancora moltissimi i disperati), la maggior parte delle persone si comporta onestamente (anche se esistono sempre i furbi e i farabutti), i servizi forniti dal sistema pubblico tendono a migliorare (pur con molte contraddizioni). Su questo sono stati scritti libri ben documentati: eppure la descrizione della realtà fatta dai media è molto peggiore di quella vera. A volte scopriamo che quasi sono due realtà differenti.

Perché? È semplice: conflitti, paura, ansia, problemi, omicidi ecc. sono molto più interessanti della normale vita. Non a caso film di guerra, libri gialli, canzoni di amori tristi e altre storie simili sono per noi le più accattivanti. I media vendono meglio le notizie brutte, le difficoltà e i problemi rispetto alle notizie buone che pure esistono. L’informazione è condizionata inevitabilmente da questa tensione commerciale, dal problema esclusivamente economico di vendersi.

Se teniamo conto di questo, forse, possiamo mettere un filtro tra l’informazione e la nostra vita. Possiamo, e probabilmente sarà bene che lo facciamo, guardare con più attenzione alla nostra esperienza diretta (di solito positiva per la maggior parte di noi) e riequilibrare con un po’ di serenità il peso dei messaggi che ci inviano i media.

E per contribuire anche noi al benessere collettivo possiamo fare un piccolo gesto quotidiano, uscire dall’abitudine di raccontare qualcosa di negativo o di lamentarci, per renderci più interessanti agli occhi dei nostri interlocutori: chi di noi non l’ha mai fatto?

Tutto questo genera l’ambiente che noi percepiamo ed ha molto a che fare con la nostra salute.

 

Per saperne di più leggi qui

 

Vuoi essere sempre aggiornato sugli articoli che pubblichiamo? Iscriviti alla newsletter
A cosa servono i batteri intestinali?

A cosa servono i batteri intestinali?

Tutti sanno che il nostro intestino è popolato da centinaia di specie di batteri e che questi sono indispensabili per la nostra salute. Ma cosa fanno esattamente?

La loro funzione è riassumibile in pochi punti:

Virale o batterico? Capirlo non è così facile

Virale o batterico? Capirlo non è così facile

Quando malattie abbastanza comuni come mal di gola, tosse, raffreddore faticano a risolversi nel giro di pochi giorni c’è l’abitudine di cercare un aiuto nell’antibiotico.

Inverno: stagione ideale per una buona tisana

Inverno: stagione ideale per una buona tisana

Col freddo una buona tisana calda fa sempre bene.

Ecco le tisane del momento:

tisana di eucalipto e tisana di timo: balsamici per le malattie da raffreddamento

tisana di spirea olmaria e tisana di sambuco: febbre e depurazione do...

Cosa stiamo imparando dal Coronavirus?

Cosa stiamo imparando dal Coronavirus?

Stiamo imparando molto: a lavarci le mani, ad esempio, a capire come evitare di contagiarci e contagiare gli altri, a stare a casa quando si è ammalati.

Il nostro team

Ci trovate in P.za S. Gottardo 13 38016 Mezzocorona, Trento (TN)

La nostra sede secondaria si trova in
via Rauti, 12 Roveré della Luna (TN)
Orari: lunedì-venerdì 8.30-12.00 e 16.00-18.30, sabato 8.30-12.00

    Oppure inviaci un messaggio

    Accetta   la nostra privacy

    Iscriviti alla newsletter

    Resta sempre aggiornato con i nostri articoli

    Accetto la privacy policy


    Questo sito utilizza i cookie per migliorare l' esperienza dei visitatori. Se decidi di continuare consideriamo accettato il loro uso.  Leggi la privacy



    ORARIO APERTURA

    lunedì - venerdì: 08.00 - 19.15

    sabato 8.00 - 12.30