search quotes-left quotes-right clock circle-down envelop

ORARIO

APERTURA

lunedì - venerdì: 08:00 - 19:15

sabato 8:00 - 12:30

Menu mobile

Denti del giudizio: perché siamo costretti a toglierli?

La maggior parte dei vertebrati raramente soffre di denti storti o carie e altrettanto valeva per i nostri antenati.

Nell’uomo moderno invece i denti sembrano essere particolarmente fragili e necessitano di cure continue. In un’ottica evoluzionistica (un organo si sviluppa per ricoprire una determinata funzione) esiste quindi un problema di evoluzione dei nostri denti che non è sostenuta dai cambiamenti della nostra alimentazione.

I denti sono fatti in modo estremamente resistente: uno strato di smalto esterno durissimo e una struttura interna di dentina con fibre organiche che forniscono flessibilità ai tessuti.

La struttura a prismi di fosfato di calcio con la forma di bastoncelli appaiati e intrecciati, che caratterizza lo smalto, gli fornisce straordinarie capacità di resistenza meccanica, frutto di un’evoluzione che ha avuto origine oltre 400 milioni di anni fa.

La maggiore specializzazione per forma, struttura e accoppiamento è nei mammiferi, che rispetto a rettili e pesci hanno perso però la capacità i rinnovare i denti: pochi, duraturi ma molto adatti alla masticazione.

Le strutture si evolvono per operare in determinate condizioni di sforzo quali abrasione, ambiente chimico e popolazione batterica: il cambio di alimentazione moderna ha però preso i denti “evolutivamente” alla sprovvista.

L’equilibrio di specie batteriche tra loro in competizione in un ambiente chimicamente alcalino è resistito per milioni di anni: oggi alimenti acidi e zuccherini, spostano questo equilibrio permettendo lo sviluppo di specie di lactobacilli e streptococchi che intaccano lo smalto con secrezioni acide e intaccano lo smalto causando la carie.

La diffusione di cibi morbidi diminuisce poi la necessità di abrasione, che è l’attività utile a pulire la placca, cioè l’ambiente fortemente adeso ai denti dove si annidano i batteri che lavorano indisturbati generando acidi che corrodono lo smalto.

Stesso destino evolutivo per i disturbi ortodontici. I denti del giudizio inclusi non erano conosciuti dai nostri antenati: oggi in tre quarti delle persone i denti del giudizio non trovano spazio nelle mascelle. Mentre però le dimensioni dei denti sono geneticamente definite, quelle della mascella sono influenzate dal livello di “stress” abrasivo e masticatorio: quindi mascelle più stimolate tendono a crescere maggiormente lasciando lo spazio corretto a tutta l’arcata dentale e quindi ai denti del giudizio. Per questo chi è abituato a mangiare cibi duri e a masticare di conseguenza molto, specialmente nell’età dello sviluppo, avrà meno problemi ortodontici. A questi sono collegate notoriamente anche difficoltà di respirazione e apnee notturne che pregiudicano la qualità del sonno.

Sigillature e apparecchi ortodontici non sono una risposta ecologica: bisognerebbe cercare di riportare l’ambiente microbico e dinamico della bocca alle condizioni in cui i denti si sono evoluti. Sono quindi in sperimentazione probiotici orali, ma in ogni caso la combinazione “cibi duri e tante fibre” non sembra sostituibile.

Se nutrissimo i nostri bambini con alimenti che richiedono una masticazione vigorosa probabilmente si risparmierebbero molti interventi dal dentista.

 

Per saperne di più leggi qui

 

 

Vuoi essere sempre aggiornato sugli articoli che pubblichiamo? Iscriviti alla newsletter
Cos'è l'Holter pressorio

Cos'è l'Holter pressorio

Norman J. Holter era un fisico americano noto per aver inventato negli anni ’40 del novecento i primi apparecchi per fare l’elettrocardiogramma continuo, detto anche dinamico, nelle 24 ore.

Quanta energia posso usare?

Quanta energia posso usare?

Il metabolismo basale è la misura di quanta energia serve per “vivere” senza fare altre attività: semplicemente quello che serve per far funzionare il corpo a riposo, quindi, per mantenersi in vita, respirare, digerire, far circolar il sa...

Tiriamoci su

Tiriamoci su

C'è un gran numero di integratori che possono aiutare a recuperare le forze in questi mesi caldi.

Dibase o vitamina D: perché la ricetta?

Dibase o vitamina D: perché la ricetta?

Le regole che gravano sulla farmacia talvolta sono misteriose: una di queste è quella sull’obbligo della ricetta.

Il nostro team

Ci trovate in P.za S. Gottardo 13 38016 Mezzocorona, Trento (TN)

La nostra sede secondaria si trova in
via Rauti, 12 Roveré della Luna (TN)
Orari: lunedì-venerdì 8.30-12.00 e 16.00-18.30, sabato 8.30-12.00

    Oppure inviaci un messaggio
    Accetta   la nostra privacy

    Iscriviti alla newsletter

    Resta sempre aggiornato con i nostri articoli

    Accetto la privacy policy


    Questo sito utilizza i cookie per migliorare l' esperienza dei visitatori. Se decidi di continuare consideriamo accettato il loro uso.  Leggi la privacy



    ORARIO APERTURA

    lunedì - venerdì: 08.00 - 19.15

    sabato 8.00 - 12.30