search quotes-left quotes-right clock circle-down envelop

ORARIO

APERTURA

lunedì - venerdì: 08.30 - 19.15

sabato 8.30 - 12.30

Menu mobile

Cosa è la postura?

donne africane

Stare in piedi non è una cosa semplice: è una cosa naturale, questo sì, ma tutt’altro che semplice.

Nello stare in piedi sono coinvolte molte strutture e funzioni: ossa, muscoli, sensori di equilibrio dell’orecchio, vista, nervi propriocettori (quelli che sentono i nostri movimenti), il tutto integrato a livello del cervello, dove si muovono anche i nostri pensieri, le emozioni, le abitudini, i ricordi…

La postura è il risultato di tutte queste interazioni e della nostra biografia, la nostra storia, delle esperienze fisiche ed emotive, belle e brutte.

Non sembri stravagante: esprimiamo la nostra storia anche attraverso il nostro modo di stare in piedi. Basta uno sguardo ad una persona, anche se non l’abbiamo mai incontrata, per percepire come sta e si muove: ad esempio il suo stare ben ritta piuttosto che incurvata, ci comunica immediatamente qualcosa perché siamo nati per leggere negli altri anche la postura.

La prima protagonista del nostro stare in verticale è naturalmente la colonna vertebrale: una pila di vertebre che scaricano il peso di tutto il corpo, a partire dalla testa fino alle anche, e lo fa tanto meglio quanto più corretto sarà l’allineamento. Pensiamo alle donne africane che portano grandi pesi sul capo, meravigliosamente erette: quello è un buon allineamento; oppure guardiamo i bambini e i ragazzini, dritti, ancora leggeri dei pesi della vita.

Bello sarebbe essere sempre ritti, vivaci, senza pensieri, camminare leggeri, ma la vita ci porta tante altre sollecitazioni e non basta prestarvi attenzione per porre rimedio: appena ci distraiamo la nostra “vera” postura riprende il sopravvento.

Quindi, se necessario, il nostro cambiamento deve essere un po’ più profondo.

La chiave di una postura corretta è una relazione equilibrata tra allineamento e movimento, tra posizione dello scheletro e attività dei muscoli che ne governano il moto; se questa relazione è quella giusta, anche il nostro sistema nervoso, la nostra mente e il nostro spirito ne trarranno giovamento.

Che fare per migliorare la postura?

Dobbiamo parlare al nostro corpo in vari modi: con la testa, con il sentire e attraverso il corpo stesso.

Possiamo alleggerire la testa, ragionando sul vero peso dei nostri pensieri, e questo ci farà sicuramente bene. Elevarsi con lo spirito ha conseguenze anche sul corpo.

Possiamo poi “dire” al nostro corpo che si può stare in piedi anche in modo diverso dal solito: il modo giusto per parlargli è fargli fare l’esperienza di un nuovo movimento e di una posizione diversa. Le abitudini ci fanno dimenticare la possibilità di agire in modo differente dal consueto. Il movimento fisico, lo sport soprattutto all’aperto, il nuoto, il ballo, attività specifiche come il Feldenkrais o il Thai Chi, tutto questo permette al corpo di sperimentare e riscoprire atteggiamenti inconsueti o dimenticati, e se qualcosa ci fa stare meglio lui stesso imparerà rapidamente dall’esperienza e creerà una nuova abitudine. Naturalmente se non si coltivano le buone abitudini lasciano facilmente il posto a quelle cattive, apparentemente più comode ma non benefiche.

Un passaggio da un bravo fisioterapista può spesso aiutare questa nuova esperienza di postura, agendo su contratture e disallineamenti cronici.

Dei plantari, se fatti in modo da stimolare correttamente i riflessi del piede, possono anch’essi aiutare a dare al corpo stimoli e messaggi quotidiani: i piedi sono la base della nostra postura ed estremamente sensibili. Analogamente, dal lato opposto della nostra colonna vertebrale, i denti sono un riferimento fondamentale per una corretta postura: sono molti anni ormai che dentisti specializzati intervengono sull’occlusione, cioè sulle relazioni tra i denti, per rimuovere squilibri posturali.

Nulla di tutto questo è semplice, ma molto è a portata di mano.

Vuoi essere sempre aggiornato sugli articoli che pubblichiamo? Iscriviti alla newsletter
Nuove immagini per il nostro corpo: lo sguardo del bravo diagnosta

Nuove immagini per il nostro corpo: lo sguardo del bravo diagnosta

Qual è la differenza tra una buona capacità di diagnosi ed una meno buona? Come mai certi medici riescono ad individuare delle condizioni inusuali prima e meglio di altri?

Il dolore neuropatico

Il dolore neuropatico

Il dolore neuropatico è  causato da una lesione o disfunzione del sistema nervoso somatosensoriale, un sistema di comunicazione del corpo umano che permette di avvertire tatto, pressione, temperatura, posizione, movimento e vibrazione che...

Tanti dolori diversi

Tanti dolori diversi

Per affrontare nel modo giusto il dolore fisico bisogna capire che origine ha.

Esercizio per il torcicollo

Esercizio per il torcicollo

Esistono dei riflessi muscolari che fanno sì che al movimento di certi muscoli corrisponda quello di altri: ad esempio girando lo sguardo è automatico muovere anche la testa. Questo è il motivo per cui può essere utile questo esercizio pe...

Il nostro team

Ci trovate in P.za S. Gottardo 13 38016 Mezzocorona, Trento (TN)

La nostra sede secondaria si trova in
via Rauti, 12 Roveré della Luna (TN)
Orari: lunedì-venerdì 8.30-12.00 e 16.00-18.30, sabato 8.30-12.00

Oppure inviaci un messaggio
Accetta   la nostra privacy

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato con i nostri articoli

Accetto la privacy policy


Questo sito utilizza i cookie per migliorare l' esperienza dei visitatori. Se decidi di continuare consideriamo accettato il loro uso.  Leggi la privacy



ORARIO APERTURA

lunedì - venerdì: 08.30 - 19.15

sabato 8.30 - 12.30