search quotes-left quotes-right clock circle-down envelop

ORARIO

APERTURA

lunedì - venerdì: 08:00 - 19:15

sabato 8:00 - 12:30

Menu mobile

Cambiare aria fa bene

Con l’epidemia di Covid abbiamo dovuto prendere atto del fatto che i virus respiratori in genere non si trasmettono solo con il contatto fisico o con il droplet, cioè le goccioline di saliva che si disperdono nell’aria parlando, respirando o starnutendo e che vengono fermate con una buona efficacia dalle mascherine, ma che rimangono anche sospesi nell’aria degli ambienti chiusi in un finissimo areosol.

Questo ci ha portato a riconoscere la necessità di cambiare l’aria degli ambienti chiusi dove sostano a lungo le persone.

Nelle abitazioni di nuova costruzione spesso ci sono sistemi di ricambio e ventilazione forzata dell’aria, oggi considerati particolarmente utili. In alternativa, ed è il caso più frequente, è molto utile arieggiare gli ambienti con una certa frequenza aprendo le finestre. In generale è meglio cambiare l’aria rapidamente con l’apertura completa di finestre e porte dei balconi per pochi minuti, piuttosto che lasciare uno “spiffero” continuo che agisce per molte ore. Per una buona ventilazione possono essere sufficienti due cambi d’aria al giorno aprendo le finestre completamente per poi richiuderle anche solo dopo un paio di minuti.

Il ricambio in questo modo è molto più efficace e, non causando il raffreddamento dei muri, che sono il vero “serbatoio” di calore delle case, l’energia che viene richiesta per riportare alla giusta temperatura la sola aria è minima.

Un altro buon motivo per cambiare aria è indipendente dal possibile contagio da virus. Siamo animali evoluzionisticamente sviluppati per vivere all’aperto, e l’aria fresca ci porta una serie di vantaggi sottili ma importanti.

Da molti anni chi si occupa di bioedilizia porta a sostegno delle proposte di ristrutturazione e costruzione delle case più salubri studi che correlano il benessere delle persone negli ambienti con la qualità dell’aria e per questo hanno sviluppato molti sistemi che favoriscono il ricambio.

Un esempio apparentemente inaspettato ma significativo: studi recenti dimostrano che in edifici dove l’aria circola poco le capacità cognitive degli individui che vi lavorano vengono ridotte.

In ambienti chiusi e non areati salgono le concentrazioni dell’anidride carbonica che espiriamo (CO2) e di composti organici volatili che possono liberarsi da oggetti d’arredamento, da prodotti di pulizia, da oggetti verniciati e possono accumularsi nel cervello alterando le capacità cognitive.

L’efficienza misurata in termini di produttività di persone che lavorano in uffici con concentrazioni variabili di CO2 è risultata inversamente correlata alla concentrazione di anidride carbonica: quanto più era presente, tanto peggiori i risultati. Chi aveva lavorato in ambienti con buona ventilazione aveva dimostrato invece migliori risultati. Questi studi sono stati ripetuti molte volte in varie condizioni confermando sempre il risultato: cambiare l’aria fa bene al cervello.

 

Per saperne di più leggi qui

Vuoi essere sempre aggiornato sugli articoli che pubblichiamo? Iscriviti alla newsletter
La bocca: una montagna di microbi

La bocca: una montagna di microbi

Il nostro corpo è abitato da una quantità enorme di microbi, ormai si sa: le cellule batteriche sono tra 10 e 100 volte quelle umane.

Ma alcune zone sono particolarmente “ricche” di una popolazione variegata ed importante. La bocca, ap...

Virale o batterico? Capirlo non è così facile

Virale o batterico? Capirlo non è così facile

Quando malattie abbastanza comuni come mal di gola, tosse, raffreddore faticano a risolversi nel giro di pochi giorni c’è l’abitudine di cercare un aiuto nell’antibiotico.

Inverno: stagione ideale per una buona tisana

Inverno: stagione ideale per una buona tisana

Col freddo una buona tisana calda fa sempre bene.

Ecco le tisane del momento:

tisana di eucalipto e tisana di timo: balsamici per le malattie da raffreddamento

tisana di spirea olmaria e tisana di sambuco: febbre e depurazione do...

Covid grave: cosa succede?

Covid grave: cosa succede?

Covid è una malattia particolare per molti motivi, ma ciò che preoccupa di più è la sua imprevedibilità:

Il nostro team

Ci trovate in P.za S. Gottardo 13 38016 Mezzocorona, Trento (TN)

La nostra sede secondaria si trova in
via Rauti, 12 Roveré della Luna (TN)
Orari: lunedì-venerdì 8.30-12.00 e 16.00-18.30, sabato 8.30-12.00

    Oppure inviaci un messaggio

    Accetta   la nostra privacy

    Iscriviti alla newsletter

    Resta sempre aggiornato con i nostri articoli

    Accetto la privacy policy


    Questo sito utilizza i cookie per migliorare l' esperienza dei visitatori. Se decidi di continuare consideriamo accettato il loro uso.  Leggi la privacy



    ORARIO APERTURA

    lunedì - venerdì: 08.00 - 19.15

    sabato 8.00 - 12.30