search quotes-left quotes-right clock circle-down envelop

ORARIO

APERTURA

lunedì - venerdì: 08.30 - 19.15

sabato 8.30 - 12.30

Menu mobile

Betulle stressate, peggiora l’allergia

betulla

Tra le cause più comuni delle allergie ci sono i pollini delle betulle. Il polline, da qualsiasi pianta provenga, contiene una grande quantità di proteine di moltissime tipologie e forme diverse. Gli anticorpi che attivano il fenomeno dell’allergia riconoscono alcune di queste proteine come estranee, scatenando una risposta complessa che finisce per liberare l’istamina e causare tutti i fastidi tipici di questa malattia. Di fatto pollini ed alimenti sono le principali cause delle allergie.

Le proteine che caratterizzano i pollini delle betulle hanno in comune il potere allergizzante con molte altre proteine prodotte dalle piante, avendo alcune parti della molecola molto somiglianti; ma la cosa singolare è che ci sono strette somiglianze con le stesse sostanze proteiche che le piante producono come reazione agli stress.

In particolare, la famiglia di Bet v 1, la proteina principale del polline di betulla, comprende un’importante sottofamiglia, costituita dalle proteine di difesa delle piante che includono numerosissime componenti quali quelle determinate da patogeni (funghi, batteri e virus) o avverse condizioni ambientali. Tali proteine sono presenti nel polline, nei semi, e nei frutti delle piante, e rappresentano la causa più frequente di reazioni orali allergiche.

Queste osservazioni possono forse contribuire a spiegare un fenomeno ben conosciuto dalle vittime dell’allergia: le betulle di città sono più allergizzanti di quelle dei boschi o di quelle che vivono in un ambiente vario e equilibrato dal punto di vista dell’ecosistema.

E’ evidente come queste considerazioni non valgano solo per le betulle: possono valere anche per altre piante, perchè, come si diceva, queste stesse sostanze sono prodotte da molte altre specie quando sono sotto stress.

Per cercare di capire quindi il potenziale allergizzante di una certa pianta o di un alimento di origine vegetale non bisogna considerare solo le piante in sé, ma anche come stanno: a quale livello di stress sono o sono  state sottoposte, in quale ambiente sono cresciute, sono state coltivate o si trovano.

Non è da dimenticare la possibilità delle allergie crociate, cioè il peggioramento dei sintomi che avviene per l’assunzione di alimenti che contengono allergeni simili (vedi l’articolo Allergie crociate). Nel caso della betulla, ad esempio, mele, pere, pesche, albicocche, prugne, carote, banane, mandorle ecc. possono peggiorare i sintomi dell’allergia.

 

Per saperne di più leggi qui

 

Vuoi essere sempre aggiornato sugli articoli che pubblichiamo? Iscriviti alla newsletter
Diario alimentare

Diario alimentare

Il diario alimentare è uno strumento molto utile per capire come la dieta influenza il nostro benessere. Spesso la nostra percezione di quello che mangiamo è un po' diversa dalla realtà: il diario ci aiuta a essere più oggettivi ed a comu...

Denti del giudizio: perché siamo costretti a toglierli?

Denti del giudizio: perché siamo costretti a toglierli?

La maggior parte dei vertebrati raramente soffre di denti storti o carie e altrettanto valeva per i nostri antenati.

Nell’uomo moderno invece i denti sembrano essere particolarmente fragili e necessitano di cure continue.

Lassativi naturali: cosa è rimasto?

Lassativi naturali: cosa è rimasto?

Una nuova normativa europea ha messo "fuorilegge" una serie di prodotti di uso tradizionale perchè a base di derivati di idrossiantracene, considerato ora cancerogeno.

Lettini abbronzanti: meglio evitarli

Lettini abbronzanti: meglio evitarli

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato che i lettini abbronzanti sono agenti cancerogeni della stessa categoria del tabacco e dell’amianto, quella di massimo rischio. Gli studi hanno trovato un aumento del 59% del rischio di...

Il nostro team

Ci trovate in P.za S. Gottardo 13 38016 Mezzocorona, Trento (TN)

La nostra sede secondaria si trova in
via Rauti, 12 Roveré della Luna (TN)
Orari: lunedì-venerdì 8.30-12.00 e 16.00-18.30, sabato 8.30-12.00

    Oppure inviaci un messaggio
    Accetta   la nostra privacy

    Iscriviti alla newsletter

    Resta sempre aggiornato con i nostri articoli

    Accetto la privacy policy


    Questo sito utilizza i cookie per migliorare l' esperienza dei visitatori. Se decidi di continuare consideriamo accettato il loro uso.  Leggi la privacy



    ORARIO APERTURA

    lunedì - venerdì: 08.30 - 19.15

    sabato 8.30 - 12.30